officina rebelde
 HOME  |   Chi siamo  |   Iniziative  |   Caffè e derivati  |   Mostre  |   Video  |   Foto  |   Forum  |   Link
Ultimo aggiornamento: domenica 24 luglio 2016
Chi siamo
GLI AMORI AI TEMPI DEL CO.CO.CO.LERA

L’epidemia della precarietà, la sopravvivenza delle emozioni a dispetto di essa, una rubrica anomala, proposta dal gruppo più improvvisato dell’estrema sinistra, per raccogliere le esperienze che altrove non sono nulla: nè politica, nè letteratura. Sdolcinatamente No Global, consideriamo che abbiamo diritto al superfluo e ci avvaliamo dell’inesperienza dei nostri collaboratori per raccontarci, raccontarvi, nelle Vostre/Nostre emozioni precarie.
Nonostante il colera, nonostante tutto.

Amori ai tempi del Co.co.co.lera

Iniziative

CATANIA: APRE LO SPORTELLO DI AUTODIFESA PRECARIA
UN INIZIATIVA CONGIUNTA DEL FORUM ACQUA, DEL MOVIMENTO STUDENTESCO, DELLA RETE CATANESE 15 OTTOBRE, DI OFFICINA REBELDE CATANIA

Lavoro Precario: la legislazione Italiana sul lavoro è una vera selva ed è difficile orientarsi coi problemi posti dai diritti che sarebbero dovuti con chi lavora in situazioni border line come quelle dei contratti co.co.pro ed interinali o con chi lavora in nero;

Locazione: anche in tale settore c’è il problema dei contratti in nero, con il rischio concreto per chi occupa una casa o un posto letto di vedersi sfrattato da un giorno all’altro;

Servizio Idrico: un bene pubblico, l’acqua, che si paga salato. Spesso i gestori addebitano sulla bolletta tariffe non dovute, approfittando della disinformazione del cittadino;

Sostare: l’illegalità delle strisce blu, poste anche in zone dalle quali dovrebbero essere totalmente escluse.

VENITE A TROVARCI OGNI VENERDì, DALLE 17:00 ALLE 19:00, PRESSO LA SEDE DI OFFICINA REBELDE CATANIA, IN VIA COPPOLA N.6

PER INFO: officina.rebelde@yahoo.it

Qui il link all’articolo completo

Caffè e derivati

Per contribuire concretamente alla lotta dei ribelli Zapatisti abbiamo deciso di vendere il caffè che viene prodotto dalle loro cooperative contadine.

La confezione è da 250 gr e la vendiamo a tre euro al pacco, in caso di acquisto diretto, potrete trovarlo alle nostre iniziative, nei punti di distribuizione (dove il prezzo potrebbe però lievitare) oppure prenotarlo tramite la nostra casella mail.

Il nostro caffè, se ci sentiamo disobbedienti

Dossier sul Caffè Zapatista

INOLTRIAMO COMUNICATI ED ARTICOLI SUL TEMA

Ecco il comunicato congiunto di Villa Medusa Occupata, Lido Pola, Ex OPG Occupato - Je so’ pazzo, Giardino Liberato Di Materdei, Santa Fede Liberata, Scugnizzo Liberato, Ex Scuola Schipa Occupata, l’Asilo e Massa Critica. Per una nuova mappa dei beni comuni in autogoverno. Uno, sette, otto, centomila! 21 luglio 2016 - Comunicato congiunto Villa Medusa e l’ex Lido Pola a Bagnoli, l’ex Opg (ex Monastero S. Eframo nuovo) e il Giardino Liberato (ex Convento delle Teresiane) a Materdei, l’ex (...)

Leggi tutto
 

ARRIVA ALLA SECONDA EDIZIONE L’ORMAI TRADIZIONALE APPUNTAMENTO CON LA PIROMANIA XENOFOBA

Come redazione, inoltriamo il commento di Micio Stimolo a questa assurda vicenda. Catania: distrutto da un incendio il grande campo ROM Nella serata di venerdì ( 15 luglio) un gigantesco incendio ha totalmente distrutto il grande campo ROM di via Madonna degli Ulivi ( uno dei più grandi del centro-sud), ubicato in una zona periferica – Zia Lisa - e confinante con la parte sud del cimitero cittadino. Un’area di considerevoli dimensioni, lunga circa duecento metri, larga oltre settanta metri, (...)

Leggi tutto
 

RISCOSSIONE SICILIA PRONTA AD AGGREDIRE ESATTORIALMENTE I BENI PUBBLICI

Riscossione Sicilia "congela" a Catania conti e automezzi. Buco da 19,5 mln di Mario Barresi Lug 10, 2016 Catania. «Gentile contribuente...». Una cartella esattoriale. Identica a centinaia di migliaia di altre in Sicilia. C’è pure la frase da formulario: «Per effettuare il pagamento Lei potrà recarsi presso uno dei nostri sportelli siti nella provincia di Catania dalle ore 8.20 alle ore 13.00 e dalle ore 14.45 alle ore 15.45, nelle giornate di lunedì, martedì, mercoledì e giovedì e dalle (...)

Leggi tutto
 

"NON VOGLIO POLIZIOTTI AL MIO FUNERALE"

Come redazione inoltriamo la notizia di questo gravissimo abuso e del suo tragico epilogo Caruso ha lasciato due lettere in cui muove pesanti accuse alla Polizia Le ultime volontà di un impiccato: "Al mio funerale non voglio poliziotti" Avola. C’erano tantissimi giovani ai funerali di Sebastiano Caruso, 27 anni, celebrati giovedì 23 giugno nel Chiesa di San Giovanni. Lacrime e applausi per dare l’addio a Sebastiano, un ragazzo benvoluto da tutti. E che era morto in modo tragico. Si era (...)

Leggi tutto
 

INOLTRIAMO UNA INTERVISTA AD UN MILITANTE INTERNAZIONALISTA IN ROJAVA, TRATTA DA INFOAUT.

Da quando è cominciato il nostro percorso politico, oramai quasi dieci anni fa, ispirato esplicitamente da alcune suggestioni della rivolta zapatista in Chiapas, con l’idea di non riprodurre esperienze così diverse alle nostre latitudini, ma bensì di verificare sui nostri territori alcune ipotesi teoriche e pratiche dei movimenti sociali di fine secolo, ce ne siamo sentiti dire di tutti i colori. In un ambiente sostanzialmente intossicato da ideologismi settari di ogni genere, nel quale (...)

Leggi tutto
 

L’AZIENDA E’ IN ATTIVO MA I DISSERVIZI AUMENTANO (AUDIO DA RADIOBLACKOUT)

Nuova privatizzazione e dismissione di Poste Italiane postiniIl Consiglio dei ministri ha approvato a fine maggio, il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) che definisce i criteri di privatizzazione e le modalità di dismissione di una ulteriore quota della partecipazione detenuta dal Ministero dell’economia e delle finanze nel capitale di Poste Italiane S.p.A. tale da mantenere una partecipazione pubblica, anche tramite Cassa Depositi e Prestiti, nel capitale della Società (...)

Leggi tutto
 

AUDIO DA RADIO ONDA D’URTO

MESSICO: ATTACCO DELLA POLIZIA ALLA CNTE IN OAXACA 7 MORTI E 100 FERITI Centinaia di agenti polizia hanno attaccato un gruppo di maestre , maestri e solidali della CNTE che bloccava le strade. Siamo nello stato di Oaxaca. Asuncion de Nochixtlan. Ad un ora circa della capitale dello stato Oltre a gas lacrimogeni e urticanti la polizia sparato sulla folla. Diverse foto e video testimoniano l’uso delle armi. Sono 7 i morti accertati. Centinaia i feriti. Decine gli arrestati e i desaparecidos. (...)

Leggi tutto
 

UN MILIONE DI PERSONE IN PIAZZA. SCONTRI E DECINE DI ARRESTI E DI FERMI. RASSEGNA STAMPA DA CLASH CITY WORKERS E GLOBAL PROJECT

Francia 14 giugno - Ni loi Ni travail Un milione e trecentomila in piazza per il ritiro della Legge sul Lavoro di Marina Nebbiolo 14 / 6 / 2016 La contestazione al modello sociale ed economico proposta da Hollande è sempre più forte, diffusa e determinata. Dal 13 giugno il progetto di riforma della Legge sul Lavoro è in discussione al Senato. Oggi un milione e trecentomila persone sono scese in piazza in tutta la Francia per cambiare la direzione politica presa da questo governo, braccio (...)

Leggi tutto
 

IL MOVIMENTO ARETUSEO SUI DATI INAIL 2016

Come redazione di Officina Rebelde, inoltriamo questo comunicato del Movimento Aretuseo contro le morti bianche e per la sicurezza sul lavoro, che denuncia, per l’anno 2016, un rilevante aumento delle denuncie di infortunio sul lavoro. In alcune provincie addirittura superiore al 10%, come in quella di Siracusa. Sulle cause di questo aumento si può discutere e si possono fare ipotesi ma il fatto che il lavoro e lo sfruttamento, oggigiorno, continuino a provocare sofferenze e tragedie alla (...)

Leggi tutto
 

E’ POSSIBILE L’EMERSIONE DI UNA NUOVA SOGGETTIVITA’ DI CLASSE DALLA LOTTA CONTRO LA LOI TRAVAIL?

Felice Mometti La politica e il conflitto sociale, per fortuna, non procedono per imperativi categorici. Anzi ogni volta che se ne proclama uno come necessario si ottiene l’effetto contrario. Da qualche anno nella esangue sinistra italiana c’è la moda del “fare come”. Fare come la Grecia, fare come Syriza, fare come Podemos, fare come Barcelona en comù e via di questo passo a seconda della posizione che si occupa nella ormai piccola costellazione di quella che viene indicata come sinistra (...)

Leggi tutto
 

GLI SPAZI SOCIALI A CATANIA DUE ANNI DOPO

Resistere ancora sotto il Vulcano “Aggregare e non disgregare, costruire e non distruggere convincere e non vincere” cit. "Cinque sogni per lo zapatismo, Cinque sogni per la resistenza" Quasi due anni fa scrivemmo questo articolo “Resistere sotto il vulcano”,in cui ci ponevamo delle domande e le ponevamo alla città su una serie di temi e di argomenti. La questione che sostanzialmente ci premeva chiarire era quella di fare il punto delle tensioni del precariato giovanile metropolitano a (...)

Leggi tutto
 

RICORDANDO I DUE BRACCIANTI RUMENI MADALIN LUPOC E JULIAN GHORGHEL

Inoltriamo uno scritto di Micio Stimolo Ricordiamo i due giovani rumeni annegati nel Simeto Sono passati otto giorni dalla morte di due giovani romeni, Madalin Lupoc Ion e Julian Ghorghel, di 19 e 29 anni, annegati nel fiume Simeto, presso l’area di Ponte Barca, territorio del comune di Paternò ( Catania). I corpi, trascinati dalla corrente, successivamente sono stati recuperati dai vigili del fuoco La notizia, divulgata da molti organi di informazione locali e nazionali, è rapidamente (...)

Leggi tutto
 

LA PROPOSTA DI UNA PARTE DELLA SOCIETA’ CIVILE CITTADINA

Continua a fare parlare il "piano di rientro" trentennale che il Comune di Catania sta approntando per ripianare il debito delle casse comunali. Un folto gruppo di associazioni è intenzionato a contrastare le delibere proposte dalla giunta. Inoltriamo il comunicato di Catania Bene Comune. Del debito e del bilancio se ne occuperà la città. Audit partecipato e lotta all’austerità. Lunedì sera, 23 maggio 2016, presso la Palestra LUPo si è svolta l’assemblea sulla situazione del debito e del bilancio (...)

Leggi tutto
 

AUDIOINTERVISTA TRATTA DA RADIO ONDAROSSA

24 maggio, 2016 - 11:29 Palermo: il mercato di ballarò, i commercianti bengalesi ed il controllo del territorio A Palermo, nel popolare mercato di Ballarò, dopo le denunce provenienti dalla comunità bengalese è stato interrotto un sistema di taglieggiamento e di estorsioni ai danni di tanti piccoli commercianti di origine straniera. Insieme a Cristian, di Mediterraneo antirazzista, proviamo ad analizzare quanto avvenuto, le dinamiche all’interno dei quartieri popolari di Palermo, e non solo, (...)

Leggi tutto
 

(Audio da Radio BlackOut)

I dati INPS sbugiardano Renzi Le magie del Jobs Act non cessano di rivelarsi per quello che sono: volgari trucchi per gonfiare cifre che legittimino il governo agli occhi della tecnocrazia europea e contemporaneamente regali alle imprese che presto ricadranno sulla testa di tutti. Nei primi tre mesi del 2016 sono stati stipulati 428.584 contratti a tempo indeterminato (comprese le trasformazioni) mentre le cessazioni, sempre di contratti a tempo indeterminato sono state 377.497, con un (...)

Leggi tutto
 

CRONACHE E RIFLESSIONI DAL 15 MAGGIO NO MUOS

"Unica sentenza, resistenza No Muos", così recitava lo striscione che ha aperto, ieri, il corteo No Muos convocato a Niscemi dai Comitati di tutta la Sicilia. Ed il riferimento era, chiaramente, alla sentenza del CGA che, recentemente, ha decretato la "legittimità" e la "non dannosità" dell’impianto del MUOS. Si poteva, legittimamente, pensare che questa mobilitazione avrebbe risentito del peso di questa decisione del secondo grado amministrativo, che queste rassicuranti falsità giudiziarie (...)

Leggi tutto
 

LA SENTENZA FARSA DEI GIUDICI AMMINISTRATIVI SEPPELLISCE LA LEGALITA’. IL 15 MAGGIO IN CORTEO A NISCEMI.

Da indiscrezioni comparse sulla pagina facebook "No Muos" parrebbe che il Cga, nel secondo grado di giudizio seguito al primo, nel quale il Tar aveva dichiarato illegittima l’opera per vizi procedurali, abbia sciolto la riserva assunta dopo avere disposto il supplemento di verifica sulla dannosità delle antenne. Secondo il Cga, dunque, il Muos non fa male ed è stato realizzato rispettando le procedure amministrative di legge. Sulla scarsa credibilità di queste verifiche si esprimeva già il (...)

Leggi tutto
 
Qualche mese fa, durante il nostro anno di studio a Parigi, scrivevamo a proposito della situazione post-attentati, dello stato d’emergenza e del clima di paura e repressione che stava attraversando la Francia. Non ci saremmo mai aspettati di ritrovarci catapultati in questa imponente mobilitazione. Da tempo siamo attivisti nei movimenti sociali ed è con questi occhi, un po’ stupiti e un po’ affascinati, che vogliamo raccontare, attraverso più episodi, quello che stiamo vivendo a Parigi da (...)

Leggi tutto
 

Gianmarco Catalano prova a tracciare una prospettiva alternativa per un’area altamente inquinata e militarizzata

Dagli affari tossici all’oasi mediterranea di solidarietà Augusta, prospettive umane per un porto militarizzato al servizio delle multinazionali del petrolio e del mare Per cercare di sfatare il mito del “rilancio del porto di Augusta”, si potrebbe fare un passo indietro, iniziando col ricordare gli studi del professor Sergio Bologna, che da tempo hanno diffuso l’allarme sul prevedibile crack finanziario – la cosiddetta “bolla dei mari” - che rischia di scoppiare e travolgere il mercato mondiale (...)

Leggi tutto
 

LE REALTA’ CITTADINE, DA LIBRINO A SAN BERILLO, SI MOBILITANO IN VISTA DEL CORTEO A NISCEMI

Cresce la mobilitazione a Catania verso il 15 maggio No Muos, comune la decisione di varie realtà nel coordinarsi per organizzare la partenza. PREZZO DEL BIGLIETTO DEL BUS: 10 Euro- Lavoratori 7 Euro- Studenti e precari Biglietti in vendita, contattare, Federico (C.s.a. Officina Rebelde) 3207435917; Angelo (Campo S. Teodoro Liberato) 330609384; Alfonso (Comitato No Muos Catania) 3803266160; Riccardo (Uds Catania) 3467309164. EVENTI DI AVVICINAMENTO AL 15 MAGGIO NO MUOS: Riunione (...)

Leggi tutto
 

LA CONDIZIONE SANITARIA DEL PAESE NELLA CRISI. PARLA L’ESPERTO IN UNA AUDIOINTERVSTA DI RADIOBLACKOUT

Si vive peggio, si muore prima: è la decrescita italiana Per la prima volta nella storia dell’Italia repubblicana è in calo l’aspettativa di vita nel nostro paese. Lo rivela il rapporto Osservasalute, pubblicato dall’osservatorio nazionale sulla salute. Tra le cause principali del calo ci sarebbe una riduzione nella prevenzione delle malattie e la diminuzione della spesa pubblica sulla sanità. Se il sistema sanitario gioca un ruolo importante, in realtà ad essere cruciali sono soprattuto altri (...)

Leggi tutto
 

GRANDE SUCCESSO DELL’EVENTO AUTO-ORGANIZZATO DAL MOVIMENTO ARETUSEO

E’ stata una sfida totalmente in salita quella affrontata dal Movimento Aretuseo contro le morti bianche e per la sicurezza sul lavoro: organizzare un concerto per ricordare gli operai morti a Settembre 2015 al Petrolchimico ed in particolare salvatore Pizzolo e Michele Assente, deceduti nelle stesse tragiche circostanze. Un concerto nato in collaborazione con le famiglie, che ha voluto rappresentare un percorso indipendente da qualsiasi compagine sindacale e da qualsiasi istituzione. (Ci (...)

Leggi tutto
 

UNA NOSTRA INTERVISTA A RADIOBLACKOUT

Inoltriamo il testo e l’audio tratti da Radio Black Out Tutto inizia il 2 aprile, quando Yusupha, immigrato gambiano non sopporta più le angherie dei bulletti fascistoidi che si aggirano nel quartiere popolare di Ballarò e si ribella, reagendo li costringe ad andare a chiedere al giovane mafioso dedito a estorcere il pizzo ai proprietari di bancarelle bengalesi di vendicarli; il mafioso comprende che ne va della sua autorevolezza (e quindi dei suoi affari, perché la resistenza del giovane (...)

Leggi tutto
 

BATTAGLIA IN SENATO. (AUDIO DA RADIO ONDA D’URTO)

ACQUA : TRAPPOLA DEL PD TRADITO L’ESITO DEL REFERENDUM acqua cameraAcqua pubblica addio? Bagarre nell’Aula della Camera nel voto finale sul ddl per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque., dove sparisce l’affidamento “in via prioritaria” agli enti pubblici. Ma non solo: il servizio idrico non è più qualificato come servizio pubblico locale privo di rilevanza economica, sottratto alla libera concorrenza e realizzato senza fini di lucro, ma come servizio pubblico locale di (...)

Leggi tutto
 

CON GLI OPERAI A SIRACUSA, CON I MOVIMENTI A CATANIA E PALERMO

Come redazione inoltriamo una serie di appuntamenti di mobilitazione ai quali saremo presenti in occasione del 25 Aprile. Con la particolarità di Siracusa, dove la nostra festa di Liberazione la facciamo assieme agli operai, nel ricordo delle vittime del lavoro del Petrolchimico. 25 APRILE A CATANIA Festa dei ribelli! Il 25 aprile del 1945 è il giorno dell’insurrezione generale, della liberazione delle città, della fuga del nemico nazifascista; ma è soprattutto il giorno della vittoria dei (...)

Leggi tutto
 

SARA’ LA SOCIETA’ DI UN DIPENDENTE COMUNALE A GESTIRE L’APPALTO DI 30.000 EURO PER DECIDERE IL PIANO TRENTENNALE DI RIENTRO DEL DEBITO.

Come redazione inoltriamo l’articolo sul tema di Catania Bene Comune e ad occhio consideriamo che avesse vinto l’appalto Giuda Iscariota quantomeno avremmo speso mille volte meno Il Piano di Rientro sarà scritto dalla società del Presidente dei Revisori del Comune. Aggiudicato l’appalto per la redazione del piano di rientro trentennale del Comune di Catania. Dopo la prima gara andata deserta, solo una società ha presentato l’offerta per la redazione del documento contabile che rappresenterà un (...)

Leggi tutto
 
Contro la Fortezza Europa per la smilitarizzazione della Sicilia! No a Frontex, No alla Guerra, No al razzismo ! Sabato 16 aprile manifestazione euromediterranea a Catania Le attività dell’agenzia Frontex sono sempre più visibili non solo in mare ma nel territorio siciliano. La scelta di aprire 5 hotspot (a Catania se ne prepara uno “mobile”) nella nostra isola ed ancor di più le decisioni assunte a Malta a novembre 2015 perseguono l’orrore di dividere i migranti “economici” dai richiedenti (...)

Leggi tutto
 
In prima linea al Newroz – Intervista Filosì, compagno palermitano che di recente ha visitato alcune zone del Bakur (Nord Kurdistan, in territorio turco), risponde alle nostre domande. Durante le giornate del Newroz questa redazione ha pubblicato i report, che per ragioni di sicurezza sono state firmate con lo pseudonimo di Filosì. Ora Filosì accetta di rispondere ad alcune nostre domande su quello che ha visto O.R. Sei partito nel periodo dei festeggiamenti del Newroz (21 marzo - capodanno (...)

Leggi tutto
 
ABORTO: IL CONSIGLIO D’EUROPA CONTRO L’ITALIA L’Italia discrimina medici e personale medico che non hanno optato per la cosiddetta obiezione di coscienza in materia di interruzione di gravidanza. Lo afferma il Consiglio d’Europa, accogliendo un ricorso della Cgil e sostenendo che questi sanitari sono vittime di “diversi tipi di svantaggi lavorativi diretti e indiretti”. Il Consiglio d’Europa tira le orecchie all’Italia perchè, nonostante legge 194/78, l’accesso ai servizi d’interruzione volontaria (...)

Leggi tutto
 

Radio Onda D’Urto intervista il collettivo Cagne Sciolte (AUDIO)

ABORTO: IL CONSIGLIO D’EUROPA CONTRO L’ITALIA L’Italia discrimina medici e personale medico che non hanno optato per la cosiddetta obiezione di coscienza in materia di interruzione di gravidanza. Lo afferma il Consiglio d’Europa, accogliendo un ricorso della Cgil e sostenendo che questi sanitari sono vittime di “diversi tipi di svantaggi lavorativi diretti e indiretti”. Il Consiglio d’Europa tira le orecchie all’Italia perchè, nonostante legge 194/78, l’accesso ai servizi d’interruzione volontaria (...)

Leggi tutto
 

Una ondata di ottimo Rap libertario da Buenos Aires attraverserà l’Italia. Due date in Sicilia.

Quando Protestango è approdato, quasi per caso, al C.s.a. Officina Rebelde nel corso del 2015, con il suo carico di parole e rime adattate in un Rap denso di significati e pieno del dramma e della ribellione che il sound latino americano delle basi riusciva a catturare, siamo rimasti positivamente stupiti ed alla fine della serata non riuscivamo a capire se avevamo partecipato ad uno dei nostri migliori concerti, ad una sorprendente interpretazione teatrale in musica, o ad una riuscitissima (...)

Leggi tutto
 

UNA RIFLESSIONE TRATTA DA INFOAUT

Dalla Sicilia verso il referendum NoTriv Il 17 aprile 2016 si terrà in Italia il referendum abrogativo delle nuove norme governative sulle concessioni esplorative petrolifere per le trivellazioni nei nostri mari. Ad essere sottoposto a referendum sarà la norma, inclusa in un emendamento alla Legge di Stabilità 2016, che cancella i limiti temporali alle stesse concessioni per i giacimenti posti entro le 12 miglia marittime: dal limite di 40-45 anni si passerebbe, appunto, al limite “naturale” (...)

Leggi tutto
 

SOLIDALI CON YUSUPHA

Sabato 9 aprile a partire dalle ore 10.30 a piazza Bologni si terrà una manifestazione intitolata “Con Ballarò. Contro ogni forma di violenza”. Il riferimento è all’aggressione subita da Yusupha Susso, di cui già qui si è parlato. È molto importante partecipare a questa manifestazione. Importante per affermare che la convivenza nei quartieri popolari di Palermo non può e non deve svilupparsi sulla base del dominio di un “etnia” (italiana in questo caso) su un’altra (“neri” o meglio “turchi” come si (...)

Leggi tutto
 

IL GIOVANE GAMBIANO IN FIN DI VITA E LO SCIACALLAGGIO DI "NOI CON SALVINI"

Palermo. Sabato 2 aprile 2016. ore 18.30. via Fiume (zona via roma-stazione centrale). C’è un ragazzo con due amici che passeggiano. Incontrano altri tizi più o meno coetanei, non sono amici loro. Quest’ultimi con la scusa di chiedere una sigaretta cominciano a insultare, a prendere per il culo e alla minima reazione provano ad aggredire. Ma il "nostro" ragazzo reagisce e si difende mettendo in fuga i balordi. Il ragazzo non è italiano, viene dal Gambia. E’ un musicista e cantante anche se nella (...)

Leggi tutto
 

MA SARA’ UN PRIVATO E NON IL DIO DELLA BIBBIA A DECIDERE COME PUNIRCI

Come redazione inoltriamo il comunicato di Catania Bene Comune Catania. Sacrifici e austerità per altri 30anni. A decidere i tagli sarà un’azienda privata. Catania, decima città d’Italia per numero di abitanti, è in predissesto finanziario. Nonostante un piano di rientro decennale, che scadrà nel 2023, il Comune non può ripianare i propri debiti anche perché nel frattempo i governi nazionali e regionali continuano a tagliare i finanziamenti, a imporre sempre maggiore riduzione della spesa e (...)

Leggi tutto
 

SENZA ATTENDERE L’INCOGNITA DEL CGA I COMITATI LANCIANO UNA NUOVA MOBILITAZIONE

L’appuntamento per tutte e tutti è il 15 maggio a Niscemi, per invadere pacificamente la cittadina ed urlare ancora una volta No al Muos. Il movimento va avanti, nonostante tutte le trame e le insidie giudiziarie che la lotta al Muos sta dovendo subire dagli apparati nel procedimento di fronte al CGA. Qui l’evento facebook al quale restare connessi per seguire la mobilitazione. https://www.facebook.com/CoordinamentoNoMuos/photos/gm.998284316892122/1097549206979464/?type=3&theater Come (...)

Leggi tutto
 

SPASMODICA RICERCA DELLA VERITA’, ARTICOLO TRATTO DA RADIO ONDA D’URTO [AUDIO]

CASO REGENI: CONFERENZA STAMPA DELLA FAMIGLIA imageLa conferenza stampa al Senato con la famiglia Regeni, e il presidente della Commissione per i diritti umani Luigi Manconi è stata forte e intensa. Da una parte la dignità di una famiglia che affronta l’omicidio, con tortura, del figlio non nella tipicità dell’episodio ma generalizzando il caso e inserendolo nella politica e storia egiziana. Dall’altra la stampa italiana, pronta a porre domande imbarazzanti e che sembrano preparare il terreno (...)

Leggi tutto
 
Inoltriamo l’articolo di Infoaut Lunedì 28 Marzo 2016 Blocchi stradali dei migranti a Palermo Nella mattinata di oggi, a Palermo, protesta spontanea dei migranti residenti nel centro di prima accoglienza Azzad in via Monfenera (quartiere Villaggio di Santa Rosalia). Gli immigrati, africani e asiatici, sono insorti contro l’eccessivo sovraffollamento all’interno del centro gestito dall’associazione Asante. “ La vita nel centro - lamentano i manifestanti - è insostenibile, oltre che per i (...)

Leggi tutto
 
Come redazione inoltriamo l’approfondimento di Radio Black Out, utilissimo per farsi una idea sul dibattito inerente alla maternità surrogata Maternità, gestazione o produzione di bambini? marzo 23, 2016 in Hot News da info Nelle settimane scorse in seguito alla discussione del ddl Cirinnà si è cominciato a parlare in Italia di gestazione per altri peggio detta “maternità surrogata”. E’ significativo il fatto che nel ddl non si accennasse nemmeno alla gpa eppure il tema, declinato subito e non (...)

Leggi tutto
 
Non ci si illuda di trovare in questo articolo alcun tipo di regolamento di conti o di pettegolezzi dall’interno di Podemos. Quel che serve è proprio l’opposto: darsi una calmata, rasserenarsi, discutere, spiegarsi e prepararsi. La gente, quella che costituisce la forza del blocco per il cambiamento, guarda stupita alla cosiddetta “crisi di Podemos”, senza capire cosa stia succedendo. Iñigo e Pablo[1] hanno litigato? Vi sono divergenze in Podemos? Non basta ribattere che è tutta una montatura (...)

Leggi tutto
 

REPORT E FOTO DI FILOSÌ, ATTIVISTA PALERMITANO IN KURDISTAN (aggiornato continuamente)

IN PRIMA LINEA AL NEWROZ # 3 Terzo Report di Filosì, un palermitano in Kurdistan. 24 marzo 2016, Cizre Cizre è una città che si trova sul confine tra Turchia e Siria, a pochi km dal confine con l’Iraq. All’inizio di quest’anno è stata oggetto di un’imponente operazione militare dell’esercito turco, che ha imposto un coprifuoco perpetuo per quasi un mese. Sono tantissimi gli edifici distrutti, e tutt’ora è vietato uscire di casa nelle ore notturne. Arrivarci è un’impresa, la polizia ha imposto check (...)

Leggi tutto
 

DIRETTA AUDIO DA RADIO ONDA D’URTO

BRUXELLES: ESPLOSIONI ALL’AEROPORTO E IN METROPOLITANA. MORTI E FERITI Numerose esplosioni – due, o tre, all’aeroporto Zaventem, al desk dell’American Airlines, e altri ordigni inesplosi – e altre due alle stazioni della metropolitana di Maelbeek e Schuman, a poca distanza dai palazzi dell’Unione Europea di Bruxelles, Belgio. Numerose le vittime, pare almeno 13, e 35 feriti. E’ lo scenario di questa mattina, martedì 22 marzo, a Bruxelles, capitale del Belgio. Il paese è praticamente (...)

Leggi tutto
 

RADIOBLACKOUT INTERVISTA IL COLLETTIVO PINELLI

A Messina succede che le istituzioni repressive e di governo (magistratura, questura, comune) riescano ad infliggere un duro colpo ai movimenti sociali, facendo proprie alcune esigenze della lotta per la casa ma riuscendo ad ottenere al tempo stesso lo sgombero del centro sociale più radicale e critico della città, che rappresentava un grosso problema politico da "normalizzare". Rispetto a questa situazione limite in cui una giunta presuntamente arancione riesce a "spaccare" e dividere (...)

Leggi tutto
 

INIZIATIVE A PALERMO ED A CATANIA

PERCHÈ NEWROZ ? Molte culture antiche, seguendo il calendario solare, fanno coincidere il capodanno con l’equinozio di primavera, il 21 marzo. Nella Persia pre-islamica tale ricorrenza prende il nome di Newroz (dal persiano: Nuovo giorno) ed è riconducibile alle feste zoroastriane in onore del sole e del fuoco. Questa festa popolare viene celebrata da 3000 anni da tutti i popoli discendenti dall’impero persiano: Afghani, Georgiani, Tagiki, Uzbeki, Curdi, ecc. Per questi ultimi, il Newroz (...)

Leggi tutto
 

AUDIO DA RADIOBLACKOUT

L’Istat . Giovani e poveri marzo 15, 2016 I dati sulla povertà in Italia, illustrati ieri alle commissioni “Lavoro pubblico e privato” “Affari sociali” della Camera dal Direttore centrale delle statistiche socio-economiche dell’Istituto nazionale di statistica Cristina Freguja, fotografano un paese in cui il numero dei poveri è in costante crescita, perché sempre più sono i giovani senza reddito né reti familiari di sostegno. Nel 2014, 1 milione 470 mila famiglie residenti in Italia (il 5,7% del (...)

Leggi tutto
 

VOLEVANO RESTASSE SOLO "UN PARAVENTO" SU SCANDALI E SILENZI

Don Palmiro e quel dissenso in cerca di comunità Leggendo della richiesta di dimissioni indirizzata dal Vescovo di Siracusa a Don Palmiro Prisutto, da augustano “fuori sede” mi viene da commentare ciò che in tanti, prima di me, avranno forse detto o senz’altro pensato: ossia, “prevedibile”. Nessuno stupore, quindi, per un risvolto che nel novembre del 2013, quando Padre Palmiro fu ordinato arciprete, poteva già presagirsi come altamente probabile. Sin d’allora, infatti, mi era parso (...)

Leggi tutto
 

CHIESTO L’ALLONTANAMENTO DEL PRETE AMBIENTALISTA. LA POPOLAZIONE SI MOBILITA

Inoltriamo e diffondamo: Augusta, la pioggia non ferma flash mob: "Don Palmiro non si tocca" 13.3.16 Sembrano non essere state gradite le esternazioni dell’arcivescovo di Siracusa che ha chiesto le dimissioni del sacerdote Neppure la pioggia ha fermato gli augustani che oggi pomeriggio al Duomo di Augusta hanno organizzato una manifestazione, nata come flash mob a sostegno dell’arciprete Don Palmiro Prisutto. Tantissima la gente presente per dimostrare solidarietà e gratitudine a un prete (...)

Leggi tutto
 

ALLA FOSCOLO RESTANO LE FAMIGLIE, DEVONO ANDARSENE GLI OCCUPANTI

Inoltriamo il comunicato dei compagni del Collettivo Pinelli, occupanti della scuola Foscolo, ai quali esprimiamo la nostra solidarietà. COMUNICATO SULL’EX FOSCOLO Scadute le due settimane di “villeggiatura” forzata e costosa all’hotel Paradise le famiglie sono finalmente rientrate all’ex scuola Foscolo, riprendendo possesso delle proprie abitazioni. Ma al contrario di ciò che l’amministrazione vorrebbe far credere questo non è né un atto rivoluzionario né un’innovativa soluzione politica per il (...)

Leggi tutto
 

IL 12 MARZO UNA STREET PARADE ORGANIZZATA DA "GAMMAZITA"

GLI SPAZI PUBBLICI SONO SOGNI COMUNI e ve li vogliamo raccontare a modo nostro: con una coloratissima e strampalata parata per il centro storico di Catania a ritmo di Sambazita e con una giornata a Piazza dei libri. A Catania esiste una rete di cittadini ed associazioni che - come in molte atre realtà italiane e non - negli ultimi anni sperimenta pratiche di cooperazione sociale e rigenerazione urbana dal basso, (auto)costruendo ambienti comuni, promuovendo diverse forme di arte, cultura e (...)

Leggi tutto
 
IL 17 APRILE VOTA SÌ AL REFERENDUM! CONTRO LE TRIVELLAZIONI, CONTRO L’ECONOMIA DEL PETROLIO, PER LE FONTI DI ENERGIA PULITA E RINNOVABILE Il 17 aprile si terrà il cosiddetto referendum anti-trivelle promosso da nove regioni italiane contro i progetti petroliferi del governo: Basilicata, Marche, Puglia, Sardegna, Veneto, Calabria, Liguria, Campania e Molise. L’obiettivo di questo referendum è quello di sospendere le trivellazioni di petrolio che gli ultimi governi hanno autorizzato nei mari (...)

Leggi tutto
 

Una opinione critica sul nuovo partito "di sinistra"

Questi quattro pensieri in croce non vogliono essere scritti con presunzione e soprattutto senza alcuna mancanza di riguardo nei confronti delle decine e centinaia di attivisti che hanno affollato la convention "Cosmopolitica", congresso fondativo di Sinistra Italiana, la nuova aggregazione che aspira a porsi alla sinistra del Pd. Questa forza politica è nata recentemente, a propria volta, da un gruppo parlamentare costituitosi alla Camera dei deputati nel novembre 2015 e che raggruppava gli (...)

Leggi tutto
 

BLITZ DELLA POLIZIA CONTRO IL COMITATO CASA PER TUTTI

Casa: nuovo sgombero in via De Felice La palazzina era stata occupata nei giorni scorsi dal Comitato Casa x Tutti. Tre persone portate in questura. È in corso lo sgombero coatto della palazzina di via De Felice 49. L’immobile era stato occupato due giorni fa dal comitato Casa X Tutti, per risponere alle mancate politiche abitative del Comune di Catania. “La palazzina era abbandonata da vent’anni, spiega a Catania Pubblica un rappresentante del comitato, e nei giorni scorsi assieme a una (...)

Leggi tutto
 

Shock economy, gentrification e comunità al tempo dei supereroi

Questa è la seconda recensione che dedichiamo alle serie tv e probabilmente non sarà l’ultima, per il semplice motivo che gli sceneggiatori degli studios americani manifestano una straordinaria capacità di intercettare ed interpretare le tendenze della contemporaneità. Di celare, dentro il linguaggio del mito contemporaneo, tematiche e tendenze di attualità e, spesso, anche sociali. In questo senso, le serie televisive raccolgono in pieno l’eredità del cinema statunitense e di gran parte della (...)

Leggi tutto
 

LE ISTITUZIONI NON SONO CAPACI DI DARE RISPOSTE

Inoltriamo una rassegna di articoli sul tema Emergenza-casa, dibattito straordinario in aula «Tanti progetti e idee ma nessuna concretezza» Cassandra Di Giacomo 18 Febbraio 2016 Politica – La riunione è stata richiesta oltre un anno fa da alcuni consiglieri. Nel frattempo nulla è cambiato e la città ha assistito al tentativo di sgombero degli occupanti di via Calatabiano 49 e a quello - riuscito - per i residenti di via Furnari 31. Episodi che hanno rimarcato il forte allarme abitativo in (...)

Leggi tutto
 

UNA MAPPA ED UNA INTERVISTA

Come redazione, inoltriamo il lavoro di inchiesta e di intervista del collettivo "Le Rebeldesse" Comunicato collettivo: Pubblichiamo l’intervista a Gioia Cacciatore, medico specializzato, in cui si parla di pillola del giorno dopo e aborto. L’intervista è parte di un lavoro più ampio del nostro collettivo Le Rebeldesse sull’obiezione e l’aborto. A settembre scorso abbiamo deciso di creare una mappatura delle farmacie del centro di Catania per capire dove i farmacisti praticano l’obiezione e (...)

Leggi tutto
 

DA SAN BERILLO ALLA PLAYA, UNA INTERVISTA DI RADIOBLACKOUT AD UN NOSTRO ATTIVISTA

Catania: lottizzazione e gentrificazione in salsa mafiosa febbraio 5, 2016 Il 30 gennaio a Catania, centinaia di cittadini hanno voluto sfilare contro l’amministrazione Bianco, ritenuta troppo “collusa” con potentati economici e mafiosi a livello locale. Il motivo scatenante sono state alcune telefonate che hanno visto il sindaco protagonista di scambi di opinioni e favori con Mario Ciancio Sanfilippo, un imprenditore prosciolto dal sospetto di vicinanza a famiglie mafiose, ma con molti (...)

Leggi tutto
 

LA MALATTIA SOCIALE DEL NAZI-VAMPIRISMO. LIEVISSIMI SPOILER ALL’INTERNO.

In questi ultimi mesi ho seguito la serie televisiva The Strain, che ho trovato straordinariamente interessante per la qualità della storia che riesce a portare sullo schermo. The Strain è stata creata da Guillermo del Toro e Chuck Hogan che vanta come produttore esecutivo Carlton Cuse (già visto in Lost). Lo show è tratto dalla trilogia letteraria "Nocturna", scritta proprio da del Toro e Hogan. La serie ha debuttato sul piccolo schermo il 13 luglio 2014 sul FX ed in America ha già concluso (...)

Leggi tutto
 

IL 24 APRILE UNA GRANDE INIZIATIVA DI SOLIDARIETA’

In questi ultimi mesi, assieme a compagni delle più svariate e differenti compagini militanti, abbiamo cominciato a lavorare sul territorio di Siracusa. Una delle più pregnanti questioni che si evidenziava sul territorio era quella operaia. Siracusa ha nel mondo del lavoro una composizione operaia tradizionale ancora consistente, che lotta per sopravvivere tra morti sul lavoro, avvelenamento industriale, svendite di intervento pubblico (come quella della Versalis). Un felice incontro tra (...)

Leggi tutto
 

UNA RIFLESSIONE ANTAGONISTA A PARTIRE DA DUE GIOCHI DA TAVOLO

In questi mesi, nei centri e negli spazi sociali siciliani, abbiamo ospitato un tour di presentazione del gioco da tavolo "Riot". Il gioco da tavolo, creato grazie ad una campagna di Crowfunding da un gruppo di attivisti (nerd, come si autodefiniscono) italiani, riproduce uno scenario cittadino di conflitto sociale. Esso, a sua volta, si ispira a Corteo, gioco degli anni settanta che ricreava uno scenario di conflitto sociale in un’area metropolitana. Due giochi entrambi pensati da (...)

Leggi tutto
 

I SUD NON SOPPORTANO LE CARTINE GEOGRAFICHE. NEL NOSTRO MERIDIONALISMO NESSUNA AUTONOMIA E NESSUN NUOVO CONFINE.

"Il dilemma: siete voi, poveri diavoli di sardi, per un blocco coi signori di Sardegna che vi hanno rovinato e sono i sorveglianti locali dello sfrutta-mento capitalistico o siete per un blocco con gli operai rivoluzionari del continente che vogliono abbattere tutti gli sfruttamenti ed emancipare tutti gli oppressi?" Antonio Gramsci, Alcuni temi della quistione meridionale- 1926 In questi anni di crisi si è aperta una riflessione, purtroppo ristretta in piccoli giri intellettuali o (...)

Leggi tutto
 

DA TORINO A CATANIA UN INTERESSANTISSIMO LAVORO DI RADIOBLACKOUT CHE RIPROPONIAMO SUL NOSTRO SITO

Il mercatino di Torino chiamato “suk”: come estrarre valore dal controllo dello spazio e delle persone ottobre 26, 2015 in L’informazione di Blackout da info mercatino militarizzato Sabato e domenica si è svolto il mercatino – negli ultimi tempi chiamato “suk” – che un tempo trovava spazio nella zona del Balon. Dopo lunghe vicende, polemiche e resistenze, i venditori erano stati costretti a spostarsi dal Balon allo scalo Vanchiglia, vicino a corso Novara. Anche qui però gli sciacalli della (...)

Leggi tutto
 
Recentemente, è stato presentato dall’autore, il libro "No Muos. Un anno di lotte." a Palermo, presso il Circolo Arci "Malaussene". In quell’occasione, la compagna Finella, che ha introdotto il dibattito, si è offerta, come sintesi delle proprie considerazioni, di mandarci una recensione, che è quella che pubblichiamo di seguito. ADAM T. “NO MUOS. UN ANNO DI LOTTE” Il racconto di Adam T. è un omaggio appassionato e sentito, emotivamente coinvolgente alla lotta del popolo No Muos, tributato (...)

Leggi tutto
 

RISPONDENDO AD UNA RECENSIONE SU SICILIA LIBERTARIA. RIFLESSIONI SULLE COMPOSIZIONI DELLE LOTTE TERRITORIALI

Più di un mese fa, su Sicilia Libertaria compariva una recensione del lavoro “No Muos. Un anno di lotte”, che rappresenta una narrazione, dichiaratamente dal nostro punto di vista, sulle vicende del movimento No Muos nell’anno che va dal settembre 2012 all’agosto 2013. Rispondere a questa recensione ed alle affermazioni che contiene è per noi importante, per due ordini di motivi: il primo è che in essa viene criticato uno dei passaggi (secondo me) più interessanti del libro, quello che descrive le (...)

Leggi tutto
 

Sicilia Libertaria recensisce il libro di un nostro militante sul Muos.

Sicilia Libertaria, per bocca di Pippo Gurrieri, decide di recensire "No Muos. Un anno di lotte". Ma, ben oltre e ben più del libro, è la nostra linea politica e la nostra lettura dei movimenti ad essere "recensita". E non pare granché condivisa e probabilmente neppure compresa. Parafrasando il collettivo Wu Ming, Officina Rebelde risulta un "oggetto di movimento non identificato". Non leggibile, nelle sue azioni e nelle sue speculazioni, da determinati ambiti di movimento legati a determinate (...)

Leggi tutto
 

CAMBIARE ROTTA O ESSERE SPAZZATI VIA DALLA CRISI

Pubblichiamo il contributo di un nostro compagno Resistere sotto il vulcano, inutile a dirsi, è difficile. Più difficile di quanto lo sia farlo nel resto d’Italia perché, per l’appunto, si è sopra un Vulcano. Il Vulcano del disagio sociale, della emigrazione, della fame, del controllo criminale e della corruzione che imperano incontrastate a Catania da decenni e vengono alimentate in maniera inimmaginabile dalla già violentissima crisi sociale di questi ultimi anni. Di fatto, a Catania la (...)

Leggi tutto
 

Un libro che racconta la lotta al Muos. E l’augurio di mille altre.

Si sentiva il bisogno di un altro libro sulla lotta al Muos, dopo gli ottimi lavori di Mazzeo [5] e Gurrieri [6]? In un certo senso, sì. Serviva un libro che provasse a "raccontare" l’esplosione del movimento No Muos dall’interno e questo ha provato a fare un nostro compagno, firmandosi con un acronimo. Quasi un diario di lotta, integrato da articoli, comunicati, volantini, che ci porta dentro ad una straordinaria esperienza di militanza e di lotta nella quale l’azione diretta e l’orizzonte (...)

Leggi tutto
 
Aderisci a Officina Rebelde: Chiunque si riconosca in tutto o in parte con quanto abbiamo assunto come statuto, con le nostre pratiche politiche, con le nostre iniziative, con la nostra esigenza di creare contributi e spunti nuovi per una rivoluzione sociale è un potenziale militante di OR. Ovunque vi troviate potete aderire, inviando una mail all’indirizzo officina.rebelde@yahoo.it , vi sarà comunicato il vostro numero di tesseramento, sarete iscritti alla mailing-list, sarete convocati (...)

Leggi tutto
 
Officina Rebelde è un’associazione culturale che si pone come obiettivo l’analisi delle contraddizioni del sistema capitalista e delle "resistenze" ad esso sviluppate in qualsiasi forma o parte del mondo. F.L.P. Via S. Orsola 30 Catania Leggi il nostro statuto

Leggi tutto
 

VISITATORI TOTALI


visiteurs en ce moment