officina rebelde
 HOME  |   Chi siamo  |   Iniziative  |   Caffè e derivati  |   Mostre  |   Video  |   Foto  |   Forum  |   Link
Ultimo aggiornamento: mercoledì 1 aprile 2015
Chi siamo
GLI AMORI AI TEMPI DEL CO.CO.CO.LERA

L’epidemia della precarietà, la sopravvivenza delle emozioni a dispetto di essa, una rubrica anomala, proposta dal gruppo più improvvisato dell’estrema sinistra, per raccogliere le esperienze che altrove non sono nulla: nè politica, nè letteratura. Sdolcinatamente No Global, consideriamo che abbiamo diritto al superfluo e ci avvaliamo dell’inesperienza dei nostri collaboratori per raccontarci, raccontarvi, nelle Vostre/Nostre emozioni precarie.
Nonostante il colera, nonostante tutto.

Amori ai tempi del Co.co.co.lera

Iniziative

CATANIA: APRE LO SPORTELLO DI AUTODIFESA PRECARIA
UN INIZIATIVA CONGIUNTA DEL FORUM ACQUA, DEL MOVIMENTO STUDENTESCO, DELLA RETE CATANESE 15 OTTOBRE, DI OFFICINA REBELDE CATANIA

Lavoro Precario: la legislazione Italiana sul lavoro è una vera selva ed è difficile orientarsi coi problemi posti dai diritti che sarebbero dovuti con chi lavora in situazioni border line come quelle dei contratti co.co.pro ed interinali o con chi lavora in nero;

Locazione: anche in tale settore c’è il problema dei contratti in nero, con il rischio concreto per chi occupa una casa o un posto letto di vedersi sfrattato da un giorno all’altro;

Servizio Idrico: un bene pubblico, l’acqua, che si paga salato. Spesso i gestori addebitano sulla bolletta tariffe non dovute, approfittando della disinformazione del cittadino;

Sostare: l’illegalità delle strisce blu, poste anche in zone dalle quali dovrebbero essere totalmente escluse.

VENITE A TROVARCI OGNI VENERDì, DALLE 17:00 ALLE 19:00, PRESSO LA SEDE DI OFFICINA REBELDE CATANIA, IN VIA COPPOLA N.6

PER INFO: officina.rebelde@yahoo.it

Qui il link all’articolo completo

Caffè e derivati

Per contribuire concretamente alla lotta dei ribelli Zapatisti abbiamo deciso di vendere il caffè che viene prodotto dalle loro cooperative contadine.

La confezione è da 250 gr e la vendiamo a tre euro al pacco, in caso di acquisto diretto, potrete trovarlo alle nostre iniziative, nei punti di distribuizione (dove il prezzo potrebbe però lievitare) oppure prenotarlo tramite la nostra casella mail.

Il nostro caffè, se ci sentiamo disobbedienti

Dossier sul Caffè Zapatista

IL BLITZ DELLA PROCURA DI CALTAGIRONE, DOPO LE PRESSIONI DEL LEGAL TEAM DEI COMITATI

Arriva come un lampo a ciel sereno la notizia e va a ingrossare ancora di più l’ondata enorme di rabbia e gioia che andremo a riversare giorno 4 aprile di fronte alla base per ribadire, assieme a tutta Niscemi, ancora una volta il nostro No al Muos! DI SEGUITO INOLTRIAMO UN ARTICOLO DA NOMUOS.INFO Pochi giorni prima della manifestazione del 4 aprile, cosi’ come già accaduto prima della manifestazione del 6 ottobre 2012, la procura di Caltagirone ha ordinato il sequestro dell’impianto MUOS. Il (...)

Leggi tutto
 

#FREEFEDE

Da molti giorni, oramai, le autorità tedesche detengono illegalmente Federico Annibale, studente italiano "colpevole" di avere partecipato alle contestazioni alla BCE che hanno avuto luogo a Francoforte il 18 Marzo. Noi Rebeldi e Rebeldesse, anche dal più profondo dei Sud ribelli alla BCE, siamo solidali con Federico e ne chiediamo l’immediata liberazione. DI SEGUITO UN ARTICOLO ESPLICATIVO DELL’ASSURDA VICENDA: FreeFede. La strana storia di Federico Questa storia inizia a Francoforte il (...)

Leggi tutto
 

DISINFORMAZIONE GIORNALISTICA, INTIMIDAZIONI POLIZIESCHE... ED IL SILENZIO DEL SINDACO ACCORINTI

In questi giorni e settimane si sta combattendo una strana battaglia a Messina, quella per la sopravvivenza dell’occupazione della scuola "Ugo Foscolo". Gli occupanti, che in passato avevano dato vita all’esperienza del Teatro Pinelli, sono sotto l’azione combinata di forze di polizia, che agiscono senza che si capisca bene chi le spinga a farlo e quali siano le forze e gli interessi occulti che vogliono tutelare, e dei mezzi di informazione locale, i quali da mesi agiscono una indegna (...)

Leggi tutto
 

L’APPUNTAMENTO PER TUTTI E TUTTE E’ GIORNO UNO AL CAMPO SAN TEODORO LIBERATO PER UNA SERATA DI LOTTA E SOTTOSCRIZIONE

Per rilanciare, a partire da Catania, la data della manifestazione di lotta del 4 Aprile a Niscemi, abbiamo deciso di organizzare un momento citadino di controinformazione e di lotta al Campo San Teodoro Liberato. Qui la mappa del luogo Nel corso della giornata, dalle ore 19:30 in poi presenteremo il video: "Come il fuoco sotto la brace" di Giuseppe Firrincieli, dedicato alla lotta al Muos; A seguire, a partire dalle ore 20:30, condivideremo una cena sociale e dalle 21:30 ci (...)

Leggi tutto
 

NON BASTA UNA SENTENZA A FAR PRIMAVERA. IMPORTANTE APPUNTAMENTO DI LOTTA AL MUOS.

Il significato di questo appuntamento di lotta ed il percorso necessario per arrivarci

In molti si chiedono e ci chiedono che senso abbia tornare a Niscemi a manifestare contro il Muos, specie dopo la sentenza del Tar che ha definitivamente confermato l’illegittimità dell’opera. Adesso siamo più forti, e questo è comunque vero, perché la verità sul fatto che questo impianto fosse illegale e dannoso, verità che abbiamo portata nelle piazze per anni, è riuscita ad incrinare il velo di menzogne delle autorità ufficiali fin dentro. Questa verità è oramai innegabile di fronte a tutto il (...)

Leggi tutto
 

Il 12 Marzo, Prospettiva Sociale presenta il lavoro di Fabio Agatino.

Dalla menzogna del corpo attraverso l’assoluta verità dello spirito. Anima e Corpo é un viaggio fotografico attraverso gli antichi rituali Hindu tamil e le cerimonie del Cavadee, un omaggio alla comunità mauriziana catanese, tra identità e integrazione. PROSPETTIVA SOCIALE presenta ’Anima e Corpo’ La comunità mauriziana a Catania. Fotografie di Fabio Agatino Saranno presenti, oltre all’autore, membri della comunità mauriziana. giovedì 12 marzo ore 20.00 C.S.A. OFFICINA REBELDE via Coppola (...)

Leggi tutto
 

ALCUNI SPIACEVOLI INCIDENTI CI OFFRONO L’OCCASIONE DI DISCUTERE TRA SPAZI SOCIALI E REALTA’ AGGREGATIVE

Nei giorni scorsi, a Catania, sono stati compiuti atti di danneggiamento a spazi sociali autogestiti, con modalità differenti, da quelle tipiche dei semplici episodi di microcriminalità a quelle che forse sottintendono una volontà di sfregio. Aldilà di chi siano gli autori materiali di questi atti, cosa che riteniamo poco interessante, questi accadimenti hanno portato alla luce ancora una volta come Catania stia vivendo una enorme crisi sociale, nella quale interi quartieri sono lasciati a se (...)

Leggi tutto
 

UNA CRONISTORIA DEI PASSAGGI SALIENTI DI QUESTA RIFORMA

Parole in controluce sulla vile aggressione ai diritti del lavoro in atto Sarà un problema di percezione, è evidente. Abbiamo la viva immagine di un baratro davanti a noi, una voragine sconfinata che si allarga ad ogni istante eppure, guardandoci intorno, sembra che dell’imminente disastro gli altri neppure si accorgano. Mentre le tv come di consueto, vomitano palate di banalità, nutrendo con dettagli assurdi un’opinione pubblica affamata di cronaca nera e rosa mescolate insieme e nelle (...)

Leggi tutto
 

IL 7 MARZO, IMPORTANTE INCONTRO DEI COMITATI TERRITORIALI E DELLE REALTA’ IN LOTTA AL C.S.A. OFFICINA REBELDE

Oggi più che mai, la Sicilia è assediata da innumerevoli devastazioni territoriali: inceneritori, trivelle, la persistente maledizione dei poli petrolchimici inquinanti, opere di assurda militarizzazione come quella del MUOS. Di fronte a questa immane violenza ed a questa enorme aggressione si sviluppano ogni giorno, in ogni territorio, forme di resistenza. Noi pensiamo che sarebbe auspicabile creare forme di coordinamento e strategie di azione comune, per assicurare a queste giustissime (...)

Leggi tutto
 
Recentemente, è stato presentato dall’autore, il libro "No Muos. Un anno di lotte." a Palermo, presso il Circolo Arci "Malaussene". In quell’occasione, la compagna Finella, che ha introdotto il dibattito, si è offerta, come sintesi delle proprie considerazioni, di mandarci una recensione, che è quella che pubblichiamo di seguito. ADAM T. “NO MUOS. UN ANNO DI LOTTE” Il racconto di Adam T. è un omaggio appassionato e sentito, emotivamente coinvolgente alla lotta del popolo No Muos, tributato (...)

Leggi tutto
 

AVREBBE MAI POTUTO NON SVENTOLARE LA BANDIERA NO MUOS A ROJAVA?

No, certo che no. Noi No Muos abbiamo dato il nostro contributo a quasi tutti i conflitti realmente importanti degli ultimi anni. Questo deve avere pensato il gruppetto di nostri compagni che, con molto spirito di avventura, è voluto partire per il Kurdistan, a testimoniare l’immensa e definitiva lotta per il socialismo l’autogestione che il popolo curdo sta combattendo contro il fascismo e l’oscurantismo che l’Isis rappresenta. REPORT DEL 3 MARZO STORIE KURDE e COSE TURCHE 1997 Gaziantep (...)

Leggi tutto
 

LA BASE E’ PERICOLOSA ED ILLEGALE

Da poco arrivata la clamorosa notizia, che accogliamo con riserbo in attesa di maggiori aggiornamenti e che i legali No Muos diano la propria lettura della sentenza. dalle prime indiscrezioni parrebbe che i No Muos abbiano portato a casa una clamorosa vittoria. Sarebbe il giusto esito di una lotta popolare costata tante fatiche, tante sofferenze ed una enorme represione ai Niscemesi ed ai Siciliani tutti. Faremo di tutto per tenerci e tenervi aggiornati con una rassegna stampa esaustiva. Il (...)

Leggi tutto
 

A proposito dell’effrazione al C.s.a. Officina Rebelde

Inoltriamo il comunicato, uscito da un’assemblea di gestione del C.s.a. Officina Rebelde alla quale hanno portato il proprio intervento e la propria solidarietà la Palestra Lupo, I Siciliani Giovani ed il centro Gapa La notte del 9 Febbraio I Soliti Idioti sono entrati per effrazione all’interno del centro sociale autogestito Officina Rebelde, che svolge le proprie attività all’interno dello storico quartiere di San Berillo. Dopo aver forzato con un piede di porco il lucchetto della porta, (...)

Leggi tutto
 

IL 19 FEBBRAIO UN NUOVO APPUNTAMENTO CON "PROSPETTIVA SOCIALE"

PROSPETTIVA SOCIALE presenta: Marina di Melilli. La baia degli dei. Fotografie di Alberto Sipione La baia degli Dei, così gli antichi Greci chiamavano il territorio di Marina di Melilli, ispirati dall’incantevole mare e dalla sabbia bianca e finissima: un golfo meraviglioso tra i primi lembi di terra abitato al mondo, si trasforma a partire dagli anni cinquanta in località balneare prima ed insediamento abitativo poi, fino a quando nel 1979, per espandere la raffineria ISAB, politici (...)

Leggi tutto
 

RISPONDENDO AD UNA RECENSIONE SU SICILIA LIBERTARIA. RIFLESSIONI SULLE COMPOSIZIONI DELLE LOTTE TERRITORIALI

Più di un mese fa, su Sicilia Libertaria compariva una recensione del lavoro “No Muos. Un anno di lotte”, che rappresenta una narrazione, dichiaratamente dal nostro punto di vista, sulle vicende del movimento No Muos nell’anno che va dal settembre 2012 all’agosto 2013. Rispondere a questa recensione ed alle affermazioni che contiene è per noi importante, per due ordini di motivi: il primo è che in essa viene criticato uno dei passaggi (secondo me) più interessanti del libro, quello che descrive le (...)

Leggi tutto
 

M.O.R.L.A. : Memorie, Organizzazioni, Resistenze, Lotte, Antagonismi.

Alcuni dei nostri compagni, sono impegnati da mesi in un lavoro di catalogazione e rielaborazione di una poderosa mole di materiale relativo a volantini, documenti, riviste dei movimenti sociali nell’area del catanese. Hanno pensato di citare, nel dare un nome alla propria opera, Morla "l’essere millenario", la mitologica tartaruga della fiaba di Michael Ende, al quale è opportuno rivolgersi per consiglio quando si comincia una grande impresa. Perfetta metafora zapatista della memoria, (...)

Leggi tutto
 
A partire dal prossimo gennaio, Officina Rebelde organizza ’Prospettiva Sociale’ una rassegna di fotografia sociale. Sei appuntamenti, uno al mese, per esplorare i rapporti che l’immagine intrattiene con i movimenti, con le lotte, per raccontare storie di periferia e degrado cittadino, ma anche di identità, di riscatto e resistenza. Se hai documentato una storia, un evento di importanza sociale, ti invitiamo a partecipare alla nostra rassegna, avrai la possibilità di esporre le tue fotografie e (...)

Leggi tutto
 

Sicilia Libertaria recensisce il libro di un nostro militante sul Muos.

Sicilia Libertaria, per bocca di Pippo Gurrieri, decide di recensire "No Muos. Un anno di lotte". Ma, ben oltre e ben più del libro, è la nostra linea politica e la nostra lettura dei movimenti ad essere "recensita". E non pare granché condivisa e probabilmente neppure compresa. Parafrasando il collettivo Wu Ming, Officina Rebelde risulta un "oggetto di movimento non identificato". Non leggibile, nelle sue azioni e nelle sue speculazioni, da determinati ambiti di movimento legati a determinate (...)

Leggi tutto
 

CAMBIARE ROTTA O ESSERE SPAZZATI VIA DALLA CRISI

Pubblichiamo il contributo di un nostro compagno Resistere sotto il vulcano, inutile a dirsi, è difficile. Più difficile di quanto lo sia farlo nel resto d’Italia perché, per l’appunto, si è sopra un Vulcano. Il Vulcano del disagio sociale, della emigrazione, della fame, del controllo criminale e della corruzione che imperano incontrastate a Catania da decenni e vengono alimentate in maniera inimmaginabile dalla già violentissima crisi sociale di questi ultimi anni. Di fatto, a Catania la (...)

Leggi tutto
 

Un libro che racconta la lotta al Muos. E l’augurio di mille altre.

Si sentiva il bisogno di un altro libro sulla lotta al Muos, dopo gli ottimi lavori di Mazzeo [4] e Gurrieri [5]? In un certo senso, sì. Serviva un libro che provasse a "raccontare" l’esplosione del movimento No Muos dall’interno e questo ha provato a fare un nostro compagno, firmandosi con un acronimo. Quasi un diario di lotta, integrato da articoli, comunicati, volantini, che ci porta dentro ad una straordinaria esperienza di militanza e di lotta nella quale l’azione diretta e l’orizzonte (...)

Leggi tutto
 
Aderisci a Officina Rebelde: Chiunque si riconosca in tutto o in parte con quanto abbiamo assunto come statuto, con le nostre pratiche politiche, con le nostre iniziative, con la nostra esigenza di creare contributi e spunti nuovi per una rivoluzione sociale è un potenziale militante di OR. Ovunque vi troviate potete aderire, inviando una mail all’indirizzo officina.rebelde@yahoo.it , vi sarà comunicato il vostro numero di tesseramento, sarete iscritti alla mailing-list, sarete convocati (...)

Leggi tutto
 
Officina Rebelde è un’associazione culturale che si pone come obiettivo l’analisi delle contraddizioni del sistema capitalista e delle "resistenze" ad esso sviluppate in qualsiasi forma o parte del mondo. F.L.P. Via S. Orsola 30 Catania Leggi il nostro statuto

Leggi tutto
 

VISITATORI TOTALI


10 visitatori adesso