officina rebelde
 HOME  |   Chi siamo  |   Iniziative  |   Caffè e derivati  |   Mostre  |   Video  |   Foto  |   Forum  |   Link
Ultimo aggiornamento: giovedì 14 settembre 2017
Chi siamo
GLI AMORI AI TEMPI DEL CO.CO.CO.LERA

L’epidemia della precarietà, la sopravvivenza delle emozioni a dispetto di essa, una rubrica anomala, proposta dal gruppo più improvvisato dell’estrema sinistra, per raccogliere le esperienze che altrove non sono nulla: nè politica, nè letteratura. Sdolcinatamente No Global, consideriamo che abbiamo diritto al superfluo e ci avvaliamo dell’inesperienza dei nostri collaboratori per raccontarci, raccontarvi, nelle Vostre/Nostre emozioni precarie.
Nonostante il colera, nonostante tutto.

Amori ai tempi del Co.co.co.lera

Iniziative

CATANIA: APRE LO SPORTELLO DI AUTODIFESA PRECARIA
UN INIZIATIVA CONGIUNTA DEL FORUM ACQUA, DEL MOVIMENTO STUDENTESCO, DELLA RETE CATANESE 15 OTTOBRE, DI OFFICINA REBELDE CATANIA

Lavoro Precario: la legislazione Italiana sul lavoro è una vera selva ed è difficile orientarsi coi problemi posti dai diritti che sarebbero dovuti con chi lavora in situazioni border line come quelle dei contratti co.co.pro ed interinali o con chi lavora in nero;

Locazione: anche in tale settore c’è il problema dei contratti in nero, con il rischio concreto per chi occupa una casa o un posto letto di vedersi sfrattato da un giorno all’altro;

Servizio Idrico: un bene pubblico, l’acqua, che si paga salato. Spesso i gestori addebitano sulla bolletta tariffe non dovute, approfittando della disinformazione del cittadino;

Sostare: l’illegalità delle strisce blu, poste anche in zone dalle quali dovrebbero essere totalmente escluse.

VENITE A TROVARCI OGNI VENERDì, DALLE 17:00 ALLE 19:00, PRESSO LA SEDE DI OFFICINA REBELDE CATANIA, IN VIA COPPOLA N.6

PER INFO: officina.rebelde@yahoo.it

Qui il link all’articolo completo

Caffè e derivati

Per contribuire concretamente alla lotta dei ribelli Zapatisti abbiamo deciso di vendere il caffè che viene prodotto dalle loro cooperative contadine.

La confezione è da 250 gr e la vendiamo a tre euro al pacco, in caso di acquisto diretto, potrete trovarlo alle nostre iniziative, nei punti di distribuizione (dove il prezzo potrebbe però lievitare) oppure prenotarlo tramite la nostra casella mail.

Il nostro caffè, se ci sentiamo disobbedienti

Dossier sul Caffè Zapatista

Home > Mostre > MARINA DI MELILLI: LA BAIA DEGLI DEI. DI ALBERTO SIPIONE.

venerdì 6 febbraio 2015


MARINA DI MELILLI: LA BAIA DEGLI DEI. DI ALBERTO SIPIONE.

IL 19 FEBBRAIO UN NUOVO APPUNTAMENTO CON "PROSPETTIVA SOCIALE"

PROSPETTIVA SOCIALE presenta:
Marina di Melilli. La baia degli dei.
Fotografie di Alberto Sipione

La baia degli Dei, così gli antichi Greci chiamavano il territorio di Marina di Melilli, ispirati dall’incantevole mare e dalla sabbia bianca e finissima: un golfo meraviglioso tra i primi lembi di terra abitato al mondo, si trasforma a partire dagli anni cinquanta in località balneare prima ed insediamento abitativo poi, fino a quando nel 1979, per espandere la raffineria ISAB, politici nazionali e locali decidono di raderla al suolo...

Accompagneremo la presentazione delle splendide fotografie di Alberto Sipione con un piccolo reading di brani letterari a tema tratti da:

"Amianto. Una storia operaia" di Alberto Prunetti

e "Le città invsibili" di Italo Calvino.

giovedì 19 FEBBRAIO 2015 h.19,30

ore 20:30 CENA SOCIALE A PREZZI POPOLARI

C.S.A. OFFICINA REBELDE
Via Coppola 6, 2° piano, Catania

Qui la presentazione del progetto di Prospettiva Sociale

3 Messaggi

  • MARINA DI MELILLI: LA BAIA DEGLI DEI. DI ALBERTO SIPIONE. 7 febbraio 2015 15:21, di salvatore

    Mi associo alla decantata bellezza dei luoghi. Sono nato nei paraggi e ho passato le mie ferie estive in quello splendido mare che non ha nulla da invidiare alle tante decantare spiagge "in" del mondo. Purtroppo sono stato uno dei tecnici che ha contribuito alle stime dei fabbricati pro espropri e relative demolizioni. Vi assicuro che non e’ stato facile dopo aver passato l’infanzia ad ammirare la bellezza dei panorami meravigliosi dei luoghi, contribuire alla cancellazione urbanistica di una intera comunita’. In coscienza ho fatto del mio meglio per essere vicino alla popolazione. Un caro saluto a tutti gli ex abitanti. Salvatore motta

    repondre message

Rispondere all'articolo

Questo articolo è stato visto volte.