officina rebelde
 HOME  |   Chi siamo  |   Iniziative  |   Caffè e derivati  |   Mostre  |   Video  |   Foto  |   Forum  |   Link
Ultimo aggiornamento: giovedì 27 aprile 2017
Chi siamo
GLI AMORI AI TEMPI DEL CO.CO.CO.LERA

L’epidemia della precarietà, la sopravvivenza delle emozioni a dispetto di essa, una rubrica anomala, proposta dal gruppo più improvvisato dell’estrema sinistra, per raccogliere le esperienze che altrove non sono nulla: nè politica, nè letteratura. Sdolcinatamente No Global, consideriamo che abbiamo diritto al superfluo e ci avvaliamo dell’inesperienza dei nostri collaboratori per raccontarci, raccontarvi, nelle Vostre/Nostre emozioni precarie.
Nonostante il colera, nonostante tutto.

Amori ai tempi del Co.co.co.lera

Iniziative

CATANIA: APRE LO SPORTELLO DI AUTODIFESA PRECARIA
UN INIZIATIVA CONGIUNTA DEL FORUM ACQUA, DEL MOVIMENTO STUDENTESCO, DELLA RETE CATANESE 15 OTTOBRE, DI OFFICINA REBELDE CATANIA

Lavoro Precario: la legislazione Italiana sul lavoro è una vera selva ed è difficile orientarsi coi problemi posti dai diritti che sarebbero dovuti con chi lavora in situazioni border line come quelle dei contratti co.co.pro ed interinali o con chi lavora in nero;

Locazione: anche in tale settore c’è il problema dei contratti in nero, con il rischio concreto per chi occupa una casa o un posto letto di vedersi sfrattato da un giorno all’altro;

Servizio Idrico: un bene pubblico, l’acqua, che si paga salato. Spesso i gestori addebitano sulla bolletta tariffe non dovute, approfittando della disinformazione del cittadino;

Sostare: l’illegalità delle strisce blu, poste anche in zone dalle quali dovrebbero essere totalmente escluse.

VENITE A TROVARCI OGNI VENERDì, DALLE 17:00 ALLE 19:00, PRESSO LA SEDE DI OFFICINA REBELDE CATANIA, IN VIA COPPOLA N.6

PER INFO: officina.rebelde@yahoo.it

Qui il link all’articolo completo

Caffè e derivati

Per contribuire concretamente alla lotta dei ribelli Zapatisti abbiamo deciso di vendere il caffè che viene prodotto dalle loro cooperative contadine.

La confezione è da 250 gr e la vendiamo a tre euro al pacco, in caso di acquisto diretto, potrete trovarlo alle nostre iniziative, nei punti di distribuizione (dove il prezzo potrebbe però lievitare) oppure prenotarlo tramite la nostra casella mail.

Il nostro caffè, se ci sentiamo disobbedienti

Dossier sul Caffè Zapatista

Home > Home Page > Colonna Centrale > IL MIDULLA OCCUPATO DIVENTERA’ UN CENTRO POLIFUNZIONALE AUTOGESTITO

sabato 14 gennaio 2017


IL MIDULLA OCCUPATO DIVENTERA’ UN CENTRO POLIFUNZIONALE AUTOGESTITO

Gli occupanti delineano un percorso di attività nel quartiere di San Cristoforo

Midulla è l’ex cinema del quartiere di San Cristoforo a Catania.
Dopo essere stato acquistato dal Comune di Catania, ristrutturato ed abbandonato dal 2012, l’8 Gennaio 2017 è stato occupato da associazioni, singole persone, abitanti che vogliono essere in grado di offrire servizi settimanali alla cittadinanza ed attività educative, ricreative, culturali e artistiche per il quartiere, e con lo stesso quartiere. Non un centro sociale, secondo i progetti degli occupanti ma l’intenzione di creare un vero e funzionante Centro Polifunzionale per il quartiere di San Cristoforo.
Questo gesto, nelle intenzioni degli attivisti, rappresenta una ricostruzione spontanea della città di Catania da parte di gruppi di cittadini che si vogliono prendere cura della propria città, recuperando beni comuni in disuso, trasformandoli in centri di aggregazione, di produzione culturale ed artistica e di pubblica utilità sociale.

DOMENICA 15: FESTA DI RIAPERTURA. QUI IL TESTO DELL’EVENTO FACEBOOK.

FESTA DI RIAPERTURA DEL CENTRO POLIFUNZIONALE MIDULLA DI SAN CRISTOFORO

DOMENICA 15 GENNAIO DALLE ORE 11 ALLE ORE 18.
Ecco il PROGRAMMA della giornata di Festa:
11:00- 11:30 > Presentazione del Midulla Centro Polifunzionale - San Cristoforo alla città
11:30 - 12:15 > Presentazione Laboratorio di stretching e danza aerobica per adulti
12:30 - 13:00 > Laboratorio manuale creativo per bambini
13:00 - 14:30 > Pranzo sociale
15:00 - 15:40 > Laboratorio di Circo per bambini
16:00 - 17:30 > Pampa Mediterranea LIVE
Alessandro Puglia: violino, viola, mandolino
Eleonora Spedale: percussioni arabe
Sebastian Torres: chitarra e voce
17:30 - 18:30 > Performance di danza contemporanea
18:30 - 19:00 > Sambazita e la contagiosa allegria della Scuola popolare di percussioni e samba.

Che il Centro Polifunzionale Midulla è uno spazio che ha tantissime potenzialità da valorizzare al massimo ve lo abbiamo detto.

Che pensiamo che i beni comuni devono essere definiti in tal modo proprio perché siano messi a disposizione di tutta la comunità, nessuno escluso, ve lo abbiamo detto.

Che sogniamo un centro aggregativo e di condivisione che offra gratuitamente
-  Attività creative;
-  Arte;
-  Cultura;
-  Laboratori per bimbi;
-  Scuola Popolare di Percussioni;
-  Circo sociale;
-  Palestra e Giocoleria per adulti;
-  Laboratori di Musica;
e chi più ne ha più ne metta, per tutti ve lo abbiamo detto.

ADESSO VOGLIAMO FARVELO VEDERE CON I VOSTRI OCCHI!
Durante l’arco di tutta la giornata verranno presentate alcune delle attività proposte dagli attivisti al fine di far tornare a vivere un luogo speciale come il #Midulla e renderlo libero dallo stato di abbandono e degrado in cui verte ormai da ben 5 anni; l’ex cinema Midulla è stato reso, dopo essere stato ristrutturato e poi chiuso, un Centro Polifunzionale e questo deve tornare ad essere di nuovo.

Per questo motivo vi aspettiamo Domenica 15 gennaio dalle ore 11:00 alle ore 19:00 al Centro Polifunzionale Midulla, nel cuore pulsante del Quartiere San Cristoforo di Catania.

Chiunque abbia voglia di essere parte integrante di questo cambiamento partecipando attivamente alla ricostruzione spontanea del Midulla, può recarsi ogni giorno dalle ore 10:00 alle ore 18:00 in Via Zuccarelli (traversa di via Plebiscito, di fronte piazza San Cristoforo).

:: Il Midulla è della città e alla città ritorna! :

Leggi l’articolo su Meridionews

San Cristoforo, occupato il polifunzionale Midulla
«Nuovo ciclo di vita per riconsegnarlo alla città»
REDAZIONE 8 GENNAIO 2017 CRONACA

– L’ex cinema, comprato e abbandonato dal Comune, era stato chiuso nei primi mesi del 2012. Oggi la svolta, dopo anni di annunci, con l’ingresso di alcuni cittadini che intendono trasformarlo in un luogo per la «socializzazione e l’educazione», come si legge in una nota pubblicata su Facebook
Una volta era un cinema, poi è stato comprato dal Comune di Catania per essere trasformato in un centro polifunzionale e da anni versava in una situazione di totale abbandono e degrado. Oggi pomeriggio potrebbe essere l’inizio di una nuova era per l’ex centro polifunzionale Midulla di via Zuccarelli, all’angolo con via Belfiore, in pieno mercato di San Cristoforo. La struttura in queste ore è stata occupata da un gruppo di cittadini, come si apprende dalla pagina Facebook dell’associazione culturale Gammazita. L’obiettivo è quello di «riqualificarlo e restituirlo alla città di Catania, e in primo luogo al quartiere, come luogo di socializzazione, educazione, produzione culturale e formazione artistica» si legge in una nota.

L’immobile era stato ristrutturato, passato l’anno 2000, con i fondi Urban; per poi essere adibito da palazzo degli Elefanti a centro polifunzionale. Dentro c’erano una biblioteca, la sala studio ma anche una palestra. A inizio 2012, complici i continui tagli ai fondi per il mantenimento, sono stati messi i lucchetti in tutti e quattro gli ingressi. Ma già da alcuni mesi il centro funzionava a singhiozzo con l’apertura fissata soltanto di mattina. «Abbiamo trovato un sacco di libri - spiega a MeridioNews un cittadino che oggi si è recato dentro l’ex cinema -. Adesso abbiamo iniziato a pulire con tutte le difficoltà del caso».

«Questa struttura poteva essere tante cose e a cinque anni dalla sua chiusura è arrivato il tempo di agire prima che sia troppo tardi ed è per questo che oggi apriamo quelle porte vandalizzate ed entriamo», si continua a leggere sul comunicato. Per domani, alle ore 19.00, è stata fissata un’assemblea pubblica per fare il punto della situazione ed elaborare un programma per il rilancio del Midulla.

Fonte

Rispondere all'articolo

Questo articolo è stato visto volte.