officina rebelde
 HOME  |   Chi siamo  |   Iniziative  |   Caffè e derivati  |   Mostre  |   Video  |   Foto  |   Forum  |   Link
Ultimo aggiornamento: giovedì 14 settembre 2017
Chi siamo
GLI AMORI AI TEMPI DEL CO.CO.CO.LERA

L’epidemia della precarietà, la sopravvivenza delle emozioni a dispetto di essa, una rubrica anomala, proposta dal gruppo più improvvisato dell’estrema sinistra, per raccogliere le esperienze che altrove non sono nulla: nè politica, nè letteratura. Sdolcinatamente No Global, consideriamo che abbiamo diritto al superfluo e ci avvaliamo dell’inesperienza dei nostri collaboratori per raccontarci, raccontarvi, nelle Vostre/Nostre emozioni precarie.
Nonostante il colera, nonostante tutto.

Amori ai tempi del Co.co.co.lera

Iniziative

CATANIA: APRE LO SPORTELLO DI AUTODIFESA PRECARIA
UN INIZIATIVA CONGIUNTA DEL FORUM ACQUA, DEL MOVIMENTO STUDENTESCO, DELLA RETE CATANESE 15 OTTOBRE, DI OFFICINA REBELDE CATANIA

Lavoro Precario: la legislazione Italiana sul lavoro è una vera selva ed è difficile orientarsi coi problemi posti dai diritti che sarebbero dovuti con chi lavora in situazioni border line come quelle dei contratti co.co.pro ed interinali o con chi lavora in nero;

Locazione: anche in tale settore c’è il problema dei contratti in nero, con il rischio concreto per chi occupa una casa o un posto letto di vedersi sfrattato da un giorno all’altro;

Servizio Idrico: un bene pubblico, l’acqua, che si paga salato. Spesso i gestori addebitano sulla bolletta tariffe non dovute, approfittando della disinformazione del cittadino;

Sostare: l’illegalità delle strisce blu, poste anche in zone dalle quali dovrebbero essere totalmente escluse.

VENITE A TROVARCI OGNI VENERDì, DALLE 17:00 ALLE 19:00, PRESSO LA SEDE DI OFFICINA REBELDE CATANIA, IN VIA COPPOLA N.6

PER INFO: officina.rebelde@yahoo.it

Qui il link all’articolo completo

Caffè e derivati

Per contribuire concretamente alla lotta dei ribelli Zapatisti abbiamo deciso di vendere il caffè che viene prodotto dalle loro cooperative contadine.

La confezione è da 250 gr e la vendiamo a tre euro al pacco, in caso di acquisto diretto, potrete trovarlo alle nostre iniziative, nei punti di distribuizione (dove il prezzo potrebbe però lievitare) oppure prenotarlo tramite la nostra casella mail.

Il nostro caffè, se ci sentiamo disobbedienti

Dossier sul Caffè Zapatista

Home > Home Page > Colonna Centrale > IL 2 FEBBRAIO A CATANIA ASSEMBLEA FEMMINISTA VERSO L’8 MARZO

lunedì 23 gennaio 2017


IL 2 FEBBRAIO A CATANIA ASSEMBLEA FEMMINISTA VERSO L’8 MARZO

L’INCONTRO NELL’AULA STEFANIA NOCE. PRESENTI LE SINDACALISTE DEI COBAS CHE SOSTENGONO LO SCIOPERO DELLE DONNE.

Inoltriamo il comunicato tratto dalla pagina facebook di Thamaia

NON UNA DI MENO
VERSO LO SCIOPERO DELL’8 MARZO

Le giornate del 26 e 27 Novembre sono state solo l’inizio di un percorso di lotta che ha visto più di duecentomila persone scendere in piazza al grido di Non Una di Meno, unendoci simbolicamente alle milioni di donne, compagne, sorelle argentine, polacche, turche, indignate per la continua violenza perpetrata sul corpo delle donne da un sistema dominante patriarcale, eteronormato, sessista, capitalista.
La manifestazione ha ribadito che la violenza è un problema strutturale delle nostre società e agisce in ogni ambito della nostra vita pubblico e privato, produttivo e riproduttivo.
A conclusione delle due giornate si è deciso di darsi un nuovo grande appuntamento di lotta in occasione dell’8 marzo, accogliendo l’appello di uno sciopero globale delle donne lanciato dalle compagne argentine, al grido di “Se le nostre vite non valgono, non produciamo”.

Un’occasione per riprenderci questa giornata di lotta, usurpata da un sistema economico capitalistico che, nell’appropriarsene, l’ha trasfigurata nel suo significato simbolico per trasformarla in una ennesima occasione di assoggettamento e mercificazione.

Il proficuo lavoro di costruzione di un piano nazionale antiviolenza femminista, che ha preso corpo nelle giornate del 26 e 27 novembre, continua attraverso le diverse assemblee locali che si stanno tenendo in questi giorni in tutta Italia e che confluiranno nell’Assemblea nazionale che avrà luogo a Bologna il 4 ed il 5 febbraio per definire le modalità di attuazione di questa giornata di sciopero.

In vista di questo nuovo appuntamento nazionale e globale, l’Associazione Thamaia Onlus facente parte della rete D.i.Re., una delle realtà promotrici nazionali, in collaborazione con Genus - Centro Studi di Genere Università di Catania - , e con l’associazione Lila, RiVoltaPagina, Chiesa Valdese e Battista, Le Rebeldesse, Serena Maiorana, lancia un’iniziativa pubblica che si terrà il 2 febbraio a partire dalle ore 16:30 presso l’Aula Stefania Noce del Monastero dei Benedettini.
Una nuova occasione di confronto per pensare e costruire insieme delle azioni concrete di blocco delle attività produttive e riproduttive attraverso cui si possano declinare le diverse forme di sciopero.
Per tale motivo chiediamo la partecipazione di tutti i sindacati confederali, di base e autonomi locali, per sostenerci in questa grande giornata di lotta ed aderire attraverso la convocazione di uno sciopero generale per la giornata dell’8 marzo.

Aderiscono (ad oggi):
Associazione Thamaia Onlus; Genus, Centro Studi di Genere Università di Catania; Lila Catania; Chiesa Evangelica Valdese di Catania e Chiesa Cristiana Evangelica Battista – via Capuana Catania; RivoltaPagina; Le Rebeldesse; Cobas; Serena Maiorana, Graziella Priulla, Arcigay di Catania, Patrizia Maltese, associazione SEN.

Rispondere all'articolo

Questo articolo è stato visto volte.