officina rebelde
 HOME  |   Chi siamo  |   Iniziative  |   Caffè e derivati  |   Mostre  |   Video  |   Foto  |   Forum  |   Link
Ultimo aggiornamento: domenica 11 giugno 2017
Chi siamo
GLI AMORI AI TEMPI DEL CO.CO.CO.LERA

L’epidemia della precarietà, la sopravvivenza delle emozioni a dispetto di essa, una rubrica anomala, proposta dal gruppo più improvvisato dell’estrema sinistra, per raccogliere le esperienze che altrove non sono nulla: nè politica, nè letteratura. Sdolcinatamente No Global, consideriamo che abbiamo diritto al superfluo e ci avvaliamo dell’inesperienza dei nostri collaboratori per raccontarci, raccontarvi, nelle Vostre/Nostre emozioni precarie.
Nonostante il colera, nonostante tutto.

Amori ai tempi del Co.co.co.lera

Iniziative

CATANIA: APRE LO SPORTELLO DI AUTODIFESA PRECARIA
UN INIZIATIVA CONGIUNTA DEL FORUM ACQUA, DEL MOVIMENTO STUDENTESCO, DELLA RETE CATANESE 15 OTTOBRE, DI OFFICINA REBELDE CATANIA

Lavoro Precario: la legislazione Italiana sul lavoro è una vera selva ed è difficile orientarsi coi problemi posti dai diritti che sarebbero dovuti con chi lavora in situazioni border line come quelle dei contratti co.co.pro ed interinali o con chi lavora in nero;

Locazione: anche in tale settore c’è il problema dei contratti in nero, con il rischio concreto per chi occupa una casa o un posto letto di vedersi sfrattato da un giorno all’altro;

Servizio Idrico: un bene pubblico, l’acqua, che si paga salato. Spesso i gestori addebitano sulla bolletta tariffe non dovute, approfittando della disinformazione del cittadino;

Sostare: l’illegalità delle strisce blu, poste anche in zone dalle quali dovrebbero essere totalmente escluse.

VENITE A TROVARCI OGNI VENERDì, DALLE 17:00 ALLE 19:00, PRESSO LA SEDE DI OFFICINA REBELDE CATANIA, IN VIA COPPOLA N.6

PER INFO: officina.rebelde@yahoo.it

Qui il link all’articolo completo

Caffè e derivati

Per contribuire concretamente alla lotta dei ribelli Zapatisti abbiamo deciso di vendere il caffè che viene prodotto dalle loro cooperative contadine.

La confezione è da 250 gr e la vendiamo a tre euro al pacco, in caso di acquisto diretto, potrete trovarlo alle nostre iniziative, nei punti di distribuizione (dove il prezzo potrebbe però lievitare) oppure prenotarlo tramite la nostra casella mail.

Il nostro caffè, se ci sentiamo disobbedienti

Dossier sul Caffè Zapatista

Home > Home Page > Colonna Centrale > Amori ai tempi del CoCoCoLera

Amori ai tempi del CoCoCoLera

Ultimo aggiornamento : 24 novembre 2016.

Leggevo quello che scriveva un amico, nel suo Blog.
Lo trovavo affrettato, grammaticalmente approssimativo, sdolcinato, acerbo, a volte insufficiente, rispetto a quello che voleva contenere.
Eppure continuavo a leggerlo, ero come interrogato dal testo, preso nella forbice tra aspettativa e atto espressivo, senza potermene distaccare.
Ho passato un paio di giorni, no, forse un paio di settimane, a stampare etichette per cavi nel nord-africa, esiliato il giorno in mezzo ai fumi di carbone, e la sera in mezzo a quest’isola sperduta del web, che è poco meno di quanto mi rimane del mio lavoro politico. Poi, non so se dando da mangiare alla Luna, o prendendo le firme di qualche Mohammed, o in fila a qualche cassa del Marjane, tra i veli delle massaie ed i jeans delle commesse, o in una via di Rabat, in mezzo a quelli del 20 Febbraio che fuggivano i manganelli del Makhzen, insomma, in un momento di questi ho capito.
Ho capito che questo tentativo, questa scrittura di tenere assieme gli amori, ed i lavori, e i ricordi, e le ansie e gli enigmi, e la sua insufficienza, immersi in uno tsunami di precarietà, attaccati alla tavola da Surf dei nostri desideri, erano anche la nostra condizione. Racconti per insonni solitudini, avrebbe sentenziato un passamontagna, dall’altra parte del mondo .
Erano un linguaggio emotivo per circoscrivere il dubbio, l’ipotesi, noi.
E solo un gruppo, tra tutti, avrebbe dato asilo a questa narrazione, così boccalona, improvvisata, grezza, unplugged.
Il nostro, quello dei Rebeldi.

Ed eccoci qua.

Con Affetto e Rivoluzione

Joseph

L’epidemia della precarietà, la sopravvivenza delle emozioni a dispetto di essa, una rubrica anomala, proposta dal gruppo più improvvisato dell’estrema sinistra, per raccogliere le esperienze che altrove non sono nulla: nè politica, nè letteratura. Sdolcinatamente No Global, consideriamo che abbiamo diritto al superfluo e ci avvaliamo dell’inesperienza dei nostri collaboratori per raccontarci, raccontarvi, nelle Vostre/Nostre emozioni precarie. Nonostante il colera, nonostante tutto.